Mercato Trionfale di Roma: fare la spesa come un vero local

ragazza con basco giallo e carrello della spesa in città

Mercato Trionfale di Roma: fare la spesa come un vero local

Il Mercato Trionfale di Roma, secondo me, dovrebbe essere inserito tra i luoghi della Capitale da visitare assolutamente, e in questo post vi spiego perché.

Conoscere a fondo la Città Eterna non è certo impresa facile. Oltre ai suoi monumenti iconici che la rendono famosa in tutto il mondo, Roma è un vero museo a cielo aperto. Secoli e secoli di storia caratterizzano ogni angolo della città, e molteplici sono gli itinerari da intraprendere per immergersi nel suo passato glorioso.

Ma se siete alla ricerca di un’esperienza alla scoperta della vera essenza della città, di uno spaccato dell’autentica vita romana, regalatevi una mattinata tra i banchi del Mercato Trionfale. Forse ne avrete già sentito parlare: con i suoi 273 banchi è infatti uno dei mercati più grandi d’Italia, e addirittura d’Europa.

Io sono un’appassionata di mercati: trovo siano un luogo bellissimo, in cui cogliere l’essenza di un città. Mi piace immergermi tra la folla, rimango incantando da colori, sapori e profumi. Quando viaggio in un posto – vicino o lontano esso sia – cerco sempre un mercato da esplorare: mi fa sentire più “local”, mi avvicina alla cultura e alla gente della città in cui mi trovo.

Immaginate la mia felicità quando, dopo l’ultimo trasloco, ho scoperto di avere vicino a casa uno dei mercati più importanti di Roma, il Mercato Trionfale, appunto.

Non lo conoscete? Non vi preoccupate: in questo post vi racconterò una serie di chicche che non vi potete perdere al suo interno. Inoltre, a fine post vi lascio tutti i dettagli su come raggiungerlo, sugli orari di apertura, e tante foto…non vi resta che attivare i sensi e perdervi in questo mercato impregnato di romanità.

Mercato Trionfale di Roma: cenni storici e curiosità

Il Mercato Trionfale di Roma si trova, appunto, nel quartiere Trionfale, adiacente al quartiere Prati, tra i più centrali e noti della Capitale.

E’ un mercato cittadino storico: sorto a fine ‘800 in Viale Giulio Cesare, era un posto di transito per chi si recava fuori città.

Negli anni ’30, il mercato è stato trasferito in via Andrea Doria: dapprima all’aperto, è poi stato inserito al piano terra della struttura di vetro e cemento che lo ospita tutt’oggi. Fornita di parcheggio sotterraneo, la struttura vanta anche nella parte superiore dei ristoranti e un parco giochi.

Le due scalinate sulla facciata principale della struttura portano il marchio dello street artist Diavù Vecchiato. Associando le scalinate al tema della femminilità (per i riferimenti simbolici di fatica ma anche di lungimiranza) l’artista ha sviluppato in vari punti della Capitale il suo progetto “Popstairs”, ispirandosi a volti femminili del cinema. Le due scalinate del Mercato Trionfale, in particolare, sono dedicate ad Anna Magnani: giovane e malinconica sulla scalinata di sinistra, più matura e disinvolta nella scalinata di destra, l’attrice è raffigurata rispettivamente con un cane e con un gatto, tributo al suo amore per gli animali e al suo impegno animalista.

Il Mercato Trionfale di Roma offre uno spaccato di vita romana, ponendo sui suoi banchi non solo prodotti di ogni genere e di ottima qualità, ma anche la veracità tipica che caratterizza la città.

E’ il luogo in cui immergersi senza aspettarsi nulla, ma con i sensi pronti ad accogliere ogni tipo di esperienza: i sapori e i profumi della cucina romana, la loquacità delle massaie sempre pronte a dispensare consigli su come preparare carciofi, agretti o saltimbocca, l’immancabile ironia con cui i venditori attirano gli occhi distratti verso la propria merce. Per gli amanti dei mercati, questo è IL mercato per eccellenza!

Mercato Trionfale di Roma: cosa comprare

Una volta entrati nel Mercato Trionfale, vi sembrerà di perdervi in un vortice di colori, voci e profumi. Ma se prestate attenzione ai colori posti nella parte alta di ogni mercato, sarà più facile orientarvi. Ogni genere merceologico è contraddistinto da un colore differente: i banchi di generi alimentari quali carne, salumi e formaggi sono rossi, quelli del pane e delle merci varie sono gialli. Per il pesce è usato il colore blu, mentre il verde contraddistingue i banchi di frutta e verdura, con particolare attenzione ai produttori, che sono di verde più chiaro.

Nonostante non vi sia una distinzione rigida nella localizzazione all’interno del mercato, tenete presente che i banchi del pesce e dei produttori agricoli sono nella parte finale del mercato, i generi alimentari e i fruttivendoli sono nella parte più centrale, mentre le merci varie saranno da individuare perdendovi e seguendo la vostra voglia di esplorare.

Ovviamente sono qui a scrivere questo post anche per consigliarvi quali siano i banchi che, a mio avviso, non dovete assolutamente perdervi.

Cosa c’è di più bello che uscire dal mercato avendo fatto il pieno di prodotti buoni, magari biologici e comprati sfusi, chiacchierando e facendosi consigliare con chi. li vende o meglio ancora, li produce?!

Se siete amanti dei piatti green, il Mercato Trionfale di Roma sarà il vostro paradiso. Impossibile non restare ammaliati dai colori di frutta e verdura di stagione che spuntano ovunque. Il biologico non è certo una peculiarità nel mercato, ma uno dei banchi bio che mi sento di consigliarvi è il n.83, che propone anche miele, marmellate, riso e paste particolari.

Per gli appassionati di latticini, imperdibile è il banco n.81, che vi segnalo soprattutto per le sue mozzarelle di bufala: credetemi che non hanno nulla da invidiare a quelle di cui faccio scorta d’estate in Cilento.

C’è poi l’Isola delle Spezie, dove io perdo puntualmente la testa come neanche farei in una boutique di Chanel: frutta secca di ogni tipo, varietà di riso da tutto il mondo, legumi e – ovviamente – spezie. Tutto acquistabile sfuso, creando anche mix a vostro piacimento. La trovate dislocata in più box: 163-178-193-207.

Per il pesce, i miei banchi di fiducia sono il n. 1 e il n. 25, anche detto “Er Duca”, che ho cercato su consiglio di ristoratori di pesce fidati!

Per gli. appassionati di fili e bottoni, c’è la merceria del box 92: io mi perdo ogni volta ad osservare le pareti piene zeppe di gomitoli e le ampolle colorate in cui vendono bottoni di ogni forma.

Da menzionare è anche il box dei saponi naturali dove io faccio incetta di olii essenziali, candele e palo santo,

Nella corsia centrale, troverete una delle insegne più antiche del Mercato Trionfale: “da Peppino – dal 1924”. Noto principalmente per le sue uova, vende anche miele, marmellate e aromi.

L’Isola delle spezie

Mercato Trionfale di Roma: come arrivare e orari

Il Mercato Trionfale si trova in Via Andrea Doria n. 41. Potete raggiungerlo con la metro (fermata Ottaviano – Musei Vaticani) e una breve passeggiata a piedi. Oppure con le linee ATAC 913 e 990 (Fermata Doria – L.go Trionfale)

Se avete la vostra macchina, potete comodamente parcheggiare nel parcheggio a pagamento aperto h24 sottostante il mercato.

Il Mercato Trionfale è aperto dal lunedi al sabato dalle 7 alle 14.

Sono certa di non avervi detto completamente tutto del Mercato Trionfale di Roma, vi consiglio di esplorarlo personalmente…non vi resta che raggiungerlo e perdervi al suo interno per almeno un paio d’ore! Fatemi sapere!

Banceralla del mercato con insegna Da Peppino le uova dal 1924
Dolci da forno in esposizione
Box 106
Formaggi esposti in un banco del Mercato Trionfale di Roma
Box 81
frutta, verdura e prodotti biologici in un banco al Mercato Trionfale di Roma
Box 83 – biologico
Tubicini di bottoni di tanti colori in una bancarella del mercato Trionfale di Roma
Merceria – box 92
Tags:
Eleonora Maritan
eleonoramaritan@gmail.com
Nessun commento

Lascia un commento